In Duomo la celebrazione diocesana della Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani

Cattolici, evangelici e ortodossi dal 1968 si riuniscono per chiedere il dono dell’unità perché «la Chiesa di Cristo è la salvezza e il futuro dell’umanità: la divisione è opera del Male e, di conseguenza, è fallimento del popolo, che non riuscirà ad essere segno dell’amore».

“Ci trattarono con gentilezza” (At 28, 2) è il titolo della Settimana di preghiera per l’Unità dei Cristiani 2020, riferendosi all’episodio riportato dagli Atti degli Apostoli, in cui si narra la vicenda ambientata nell’isola di Malta, di un gruppo di naufraghi tra cui l’apostolo Paolo, che fu accolto dagli isolani. Il materiale è stato quest’anno preparato dalle chiese cristiane di Malta e Gozo: il 10 febbraio, a Malta, molti cristiani celebrano la Festa del Naufragio dell’apostolo Paolo, commemorando e rendendo grazie per l’arrivo della fede cristiana in quelle isole. Il brano degli Atti degli Apostoli proclamato in occasione della Festa è lo stesso scelto quale tema della Settimana di preghiera di quest’anno. La narrazione inizia con Paolo condotto prigioniero a Roma (Atti 27, 1ss): è in catene, ma anche attraverso di lui, in un viaggio che si rivelerà pericoloso, la missione di Dio continua.

Anche sul nostro territorio sono previste una serie di appuntamenti inseriti in questa Settimana, come riportati dal sito della diocesi.

In particolare, la nostra Concattedrale ospiterà sabato 18 gennaio, alle ore 18.00, la Santa Messa solenne di apertura della Settimana, presieduta dal vescovo Giovanni. A tutti l’invito a partecipare alla funzione e a pregare ogni giorno “perché siano una cosa sola” (Gv 17, 11).

 

Categories: ComunicazioniTags: , ,