“Neppure io ti condanno”: 24 ore per il Signore

Le 24 ore per il Signore sono un’iniziativa lanciata nel 2014 dal Pontificio Consiglio per la Promozione della Nuova Evangelizzazione, su proposta del Santo Padre Francesco, da realizzarsi tra il venerdì e il sabato precedenti la quarta domenica di Quaresima, in preparazione alla Santa Pasqua. L’apertura straordinaria delle Chiese individuate da ciascuna diocesi darà a tutti i fedeli che lo desiderano la possibilità di accostarsi al sacramento della Riconciliazione, in un contesto di Adorazione Eucaristica. Sarà l’occasione per sottolineare la gioia che si sperimenta nel sentirsi riconciliati, e per questo perdono che ci dà il Signore si deve festeggiare, come ha fatto il padre della parabola del figliol prodigo. Sarà la festa del perdono: Gesù ci aspetta in questo tempo quaresimale per convertirci e ricominciare, nella consapevolezza- come ha ricordato Papa Francesco – che celebrare il Sacramento della Confessione significa essere avvolti da un abbraccio caloroso, l’abbraccio dell’infinita misericordia del Padre.

Giunta alla sua sesta edizione, l’iniziativa di preghiera e riflessione ha come motto la frase tratta dal Vangelo di Giovanni: “Neppure io ti condanno” (Gv 8, 11).

In questa giornata, che sarà scandita dalla preghiera d’Adorazione Eucaristica, dalla riflessione e dall’invito alla conversione personale, si propone di contemplare l’immagine di Gesù, che a differenza della folla radunatasi per giudicare e condannare, offre la sua infinita Misericordia come occasione di grazia e vita nuova. Anche la Diocesi ha predisposto una serie di iniziative a livello vicariale per vivere questa giornata offrendo la possibilità di accedere alle confessioni e all’adorazione eucaristica.

Per il Vicariato di Pontremoli, l’appuntamento è fissato nella Chiesa Concattedrale, con i seguenti orari:

  • venerdì 29 marzo, dalle ore 18.00 alle ore 24.00 (alle ore 18.00 celebrazione della Santa Messa)
  • sabato 30 marzo, dalle ore 08.00 alle ore 12.00 (alle ore 08.00 celebrazione della Santa Messa)
Categories: ComunicazioniTags: , , ,